lunedì 12 settembre 2011

Definizione di coaching? E la tua definizione?

Qual'è la definizione di coaching? Chi è il "coach"? Cosa fa?

Nell'ambito della consulenza regna ormai il caos.

C'è davvero di tutto.

Oltre alle figure classiche (psicologo, counsellor, psicoterapeuta e psichiatra),

Oggi si parla di "coach" con tutte le sue categorie, "mentore", "facilitatore", "personal trainer", "personal shopper", "consulente d'immagine", "consulente filosofico"... ecc. ecc.

Ogni tanto faccio fare un giochino alle persone e gli chiedo:

"se dovessi dirmi chi sei cosa mi risponderesti?"

In ambito professionale molti rispondono:

"Mario l'osteopata"
"Luigi il coach"
"Maria la consulente" 

ecc.

A volte le persone definiscono se stesse attraverso il proprio "titolo" riducendo la propria essenza ad una qualifica.

Non mi piace nè da un punto di vista filosofico, nè da un punto di vista squisitamente pragmatico: anni fa con i titoli si lavorava, oggi, ed in special modo se sei un consulente, non è più così vero.

Le regole sono cambiate e questo è ciò che noi chiamiamo "crisi".

Nel campo della consulenza, le persone che riducono se stesse ad un titolo, non hanno quasi mai grande destrezza nel acquisire nuovi clienti... sai perché?

Perché per trovare clienti, prima ancora che il tuo ruolo, conti tu, come essere umano, con tutto il tuo bagaglio di esperienze, il tuo modo di essere e la tua filosofia di vita.

Cosa c'è di speciale in te che può definire quello che fai professionalmente, ancor prima del tuo ruolo... 

...e che puoi portare nel mondo, già da oggi?

E' un'idea che adoro!

un abbraccio,

Marco, 
l'incalzante,
 l'autodidatta,
 l'anticonvenzionale,
il sensibile,
il creativo,
 il trova soluzioni lampo, 
il fai prima a farlo che a dirlo,
... il monotematico,
... il  "se non m'interessa mi dimentico", 
... e il dormiglione senza senso del dovere :)

Marco De Filippo








Nessun commento:

Posta un commento