lunedì 1 novembre 2010

Essere coach e fare il coach...

Ciao! Volevo condividere con te uno spunto di riflessione forse un po' troppo "filosofico" ma, allo stesso tempo, concreto e tangibile nei suoi effetti all'esterno di te (soprattutto se sei un "neofita").

Il mio programma di acquisizione clienti è costruito su tre livelli dei quali, il più importante, è quello normalmente più trascurato: parlo di "essere coach".

"Essere coach" (dimensione strutturale) equivale a possedere un profondo senso di identità come professionista. Esso "prende forma" in uno stato mentale e fisico percepibile, reale. Uno stato mentale che, come il riflesso della luna sul fiume, è una diretta conseguenza dell'aver risolto il dilemma sulla fatidica domanda ontologica: "chi sei tu?" (come professionista). 

Solo quando "sei" un coach (e per essere un coach non intendo possedere brevetti, una partita iva o essere un professionista: intendo "riconoscere" se stessi come coach) ti sentirai letteralmente "trascinato" ad agire in quella direzione. 

Dall'essere prende vita il "fare il coach" (dimensione funzionale) che è quindi una conseguenza dell'essere coach; quest'ultimo è un livello sia pragmatico che epistemologico.

La maggior parte dei coach inizia la propria attività dal "fare il coach", ricercando tecniche o conoscenze con lo scopo ultimo di "guadagnare" o di "realizzare se stessi": "avere qualcosa di cui necessitano".

Infatti, il terzo ed ultimo livello del processo è la dimensione di "avere (come coach)".

Fare il coach dovrebbe essere una conseguenza dell'essere coach e non la causa dell'avere (denaro, potere, notorietà...) che è invece un vero e proprio effetto collaterale: solo a questo livello di allineamento sarai davvero MICIDIALE nel tuo lavoro.

Solo a questo livello di "allineamento" potrai "supportare", per il tempo sufficiente, la tensione emotiva collegata alla mancanza di informazioni, allo sviluppo delle competenze, conoscenze e/o collaborazioni necessarie a "vivere di coaching". 

Riflettici prima di investire in prodotti per "fare soldi in 5 minuti": essere > fare > avere.

Un abbraccio, Marco De Filippo




Nessun commento:

Posta un commento