domenica 24 ottobre 2010

Master in coaching, clienti e attestati...

Molti mi chiedono se è vero che nei corsi di formazione per "diventare coach" (di qualsiasi tipo) non insegnino tecniche per acquisire clienti.

Beh, non voglio generalizzare ma NORMALMENTE (quindi ci sono anche aziende che lo fanno) è proprio così: basta leggere il programma del corso :)

La maggior parte dei coach appena "diplomati" crede che troverà clienti grazie ai propri attestati.

Aldilà del fatto che alle persone non interessa minimamente il curriculum di un coach, pensare che gli attestati siano una specie di "sigillo-magico-attira-clienti" è quello che gli americani (non che mi stiano più simpatici degli italiani :) ) chiamano "delusional thinking": una credenza palesemente falsa.

Se io tenessi un corso per diventare coach, dedicherei più del 50% del seminario a darti le basi per l'acquisizione clienti che dovresti essere in grado di fare da solo, senza il mio appoggio.

Vivere di coaching vuole colmare questa lacuna; lo ritengo essenziale perché, aldilà del fattore meramente economico, c'è anche un motivo squisitamente pragmatico: non importa quanta teoria hai appreso, acquisire clienti è il modo più veloce per fare esperienza e diventare un professionista serio e competente.

Questo significa che, prima o poi, dovrai metterti in gioco con quello che hai, anche se non ti senti totalmente  pronto.

Dovrai sbagliare e migliorare strada facendo.

Un abbraccio, Marco De Filippo





Nessun commento:

Posta un commento