martedì 19 ottobre 2010

Diventare coach, 2° parte

La maggior parte delle persone che mi contattano e mi chiedono consigli su come diventare coach, hanno una storia personale abbastanza simile fra loro; riassumendo è qualcosa del genere:

"Prima avevo questo annoso problema; mi sembrava irrisolvibile ma poi, grazie a questo coach, sono riuscito a venirne fuori! Ora sono felice e voglio diventare coach, proprio come il mio mentore!"

Questo "viaggio dell'eroe", come lo definirebbe Joseph Campbell, è quasi sempre presente, almeno a tratti, nella storia passata di ognuno di noi, vero?

Diventare coach è bellissimo e se è la tua passione non potrai che riuscirci! Tuttavia esiste anche quella componente del "marketing di se stessi" che nessuno visualizza mai nella sua testa quando considera l'idea di diventare coach, quando si immagina come sarà.

Forse trovare clienti è per te la cosa più facile del mondo, e se è così: bene!

Se invece non hai la minima idea di come fare, allora, serenamente, comincia a considerare il fattore marketing come necessario.

Sei disposto a farlo?

Lo stile di vita che genererai quando lavorerari per trovare clienti, è in linea con te?

Non vorrei che ti trovassi davanti a qualcosa di molto diverso da quello che ti sei prefigurato, perché, se sei ancora sconosciuto, forse inizialmente dovrai dedicare più tempo a promuoverti che a fare del vero coaching.

Se vuoi superare questa fase in fretta e cominciare a fare quello che veramente ami, non esitare a seguirmi qui: diventare coach!


Un abbraccio, Marco De Filippo



Nessun commento:

Posta un commento